Parlarne è importante

Cosa sia il mobbing, in via teorica, lo sappiamo tutti.
Ma forse è più difficile capirlo e accettarlo quando vediamo che sta capitando proprio a noi o nel nostro ambito lavorativo: ci sembra persino assurdo, a volte, che sia possibile.
Ma come, pensiamo, so di avere delle capacità, so di valere (Io valgo, dice una pubblicità e a parte il valere uno shampoo o una crema antirughe di fatto è quasi sempre così!). Ho una buona preparazione e faccio del mio meglio. Eppure quello che faccio non va mai bene. Ci accorgiamo che qualcosa non va nel nostro ambiente di lavoro. Si incomincia a sentirsi insicuri del proprio operato. Si inizia anche a lavorare male e a volte a commettere effettivamente degli errori, perchè se la mente non è serena ne risente anche la concentrazione. Si incomincia a sentirsi nervosi e insoddisfatti e magari si porta questo stato di ansia anche al di fuori del luogo di lavoro, in famiglia. Nei casi più estremi, addirittura ci si ammala. E’ quello che si chiama un circolo vizioso.
Il parlare di mobbing, il sapere che esiste e che, magari anche in forme non estreme, sta capitando anche a noi o ai nostri colleghi è fondamentale. Ci vuole coscienza, solidarietà e perchè no, la complicità di persone amiche. Per questo con Barbara abbiamo pensato a questo blog, per parlarne. Come luogo di incontro e di confronto, per comprendere un po’ meglio questo problema. Per non dimenticare che ad ogni problema, anche al mobbing, corrisponde sempre – sempre- una soluzione!

3 commenti:

giadatea ha detto...

Assolutamente d'accordo, parlarne è fondamentale, soprattutto per ristabilire un equilibrio che permetta di vedere la soluzione del disagio e la comprensione dei meccanismi che l'hanno attuato.

Anonimo ha detto...

Io credo che portare a conoscenza di un problema tanto grvoso sulla personalità di una persona sia necessario, parlarne è l'unico rimedio ad un male comune che spesso per paura, timore non viene portato fuori, credo questa sia un'iniziativa lodevole per mettere a confronto le sistuazioni e trovare il modo per non subire ma iniziare a lottare sul serio.
Brucoblu-spensierato

Italodisco ha detto...

blog piacevole! come siete?